arrow-right cart chevron-down chevron-left chevron-right chevron-up close menu minus play plus search share user email pinterest facebook instagram snapchat tumblr twitter vimeo youtube subscribe dogecoin dwolla forbrugsforeningen litecoin amazon_payments american_express bitcoin cirrus discover fancy interac jcb master paypal stripe visa diners_club dankort maestro trash

La Salute

3 + 1 alternative al caffè


Quando vogliamo affrontare la giornata con una carica in più, le scelte a nostra disposizione sono tante, al di là del solito caffè. VVP ha raccolto 3 (più una) alternative senza caffeina, che stiamo sperimentando in questi giorni per “risvegliare” l’energia in noi rimasta forse ancora a letto a dormire.

Contributor: Angela P.

3 + 1 alternative al caffè

by VIVIPOSITIVO Team

2 months ago


La Salute

3 + 1 alternative al caffè


Quando vogliamo affrontare la giornata con una carica in più, le scelte a nostra disposizione sono tante, al di là del solito caffè. VVP ha raccolto 3 (più una) alternative senza caffeina, che stiamo sperimentando in questi giorni per “risvegliare” l’energia in noi rimasta forse ancora a letto a dormire.

Contributor: Angela P.

by VIVIPOSITIVO Team

2 months ago


3 + 1 alternative al caffè

Se come afferma lo studio del 2009 del Tufts Spatial Cognition Lab, dal quale emerge come una idratazione carente (anche dell’1-2%) comporta maggiore fatica nella concentrazione, l'acqua è la soluzione...anche se ogni tanto abbiamo bisogno di qualcosa di più forte e dal gusto piacevole. Amanti del caffè! Parliamo con voi!

Lo sappiamo benissimo che forse quell'altro bicchiere di caffè poteva essere evitato. Quando abbiamo però la necessità di sentirne il gusto e l'energia che torna: dove possiamo provare delle alternative?

Le alternative al caffè
Orzo

Già nella Grecia del 400 a.C Ippocrate e i suoi allievi consumavano bevande a base di orzo, scelto proprio per la sua capacità di mantenere alta la concentrazione anche in impegnative giornate di studio. Capacità che la medicina conferma anni dopo, definendo l’orzo un ingrediente energizzante, ricco di vitamine, sali minerali (citiamo per  esempio ferro e fosforo) e amido (che in quanto zucchero semplice, rilascia energia subito fruibile dal nostro corpo). Ha proprietà antinfiammatorie e diuretiche, è ipoglicemizzante e non ultimo, il suo colore e sapore vicino al caffè, l’hanno portato ad essere il principale sostituto del caffè.

In Italia il modo più diffuso di consumarlo è nella versione solubile, possiamo però berlo anche come infuso o prepararlo in moka (quella del caffè può andar bene ma solitamente si preferisce una dai fori più larghi per evitare otturazioni). A seconda dei gusti ci si può aggiungere miele, o perché no, un goccio di latte.

Qualcosa per la mente. READ MORE: Perché si beve ancora il latte?

Le alternative al caffè
Cicoria

Una delle cause che spesso ci induce ad una scarsa concentrazione è la digestione lenta, che consumando buona parte delle nostre energie ci porta sonnolenza. Possiamo prevenire questo effetto consumando bevande dal potere digestivo come la cicoria.

E’ una bevanda che nasce in Francia, nel 1800 sotto l’Impero di Napoleone, quando il caffè rientrava nei beni d’importazione bloccati e non essendo più disponibile, i francesi ne crearono una versione alternativa: le radici essiccate e tostate di questa erba, infatti, hanno un sapore amaro molto simile al caffè. La polvere che ne deriva può seguire la stessa preparazione in moka del caffè (in questo caso si preferisce non riempire del tutto il filtro) oppure sottoforma di infuso.

Oltre al suo potere digestivo, la cicoria è diuretica, ha proprietà antiossidanti e, grazie alla presenza dell’inulina è importante anche sotto il punto di vista della regolarizzazione della flora batterica intestinale.


Le alternative al caffè
Yannoh

Lo Yannoh è di origine più recente, risale infatti alla prima metà del novecento. Il caffè di Yannoh nasce sulla base dell’alimentazione macrobiotica, basata sul consumo equilibrato di cibi naturali (a partire proprio da cereali, legumi e verdure) e la sua ricetta è stata ideata dal divulgatore in Occidente di teorie cinesi Georges Ohsawa.

E’ composto da un mix di cereali tostati, dal sapore amarognolo che ricorda il caffè. In questo mix oggi troviamo orzo, cicoria, segale e ghiande (alle quali possono essere sostituiti i ceci, avvicinandosi di più alla ricetta originaria). Lo troviamo in polvere da moka o solubile.

Lo Yannoh aumenta la concentrazione, migliora i processi digestivi, allevia mal di testa e stitichezza

Super consigliata: la versione al cacao:


Le alternative al caffè
La spremuta

E nel caso l’idea di qualcosa dal sapore simile al caffè non rientri nelle vostre corde, abbiamo una buona notizia per voi: una spremuta di arancia ha un’alta carica energizzante, grazie alla scorta di vitamina C che ne comporta. A dimostrarlo è una ricerca condotta dalla Reading University, realizzata nel 2015 che viene citata nell’ European Journal of Nutrition, dove è stato mostrato come il consumo di succo d’arancia influisce positivamente sull’attività del cervello negli uomini adulti fino a sei ore dopo la sua assunzione.

E se magari non abbiamo arance a disposizione? Deduciamo che un effetto energizzante simile potrebbe averlo anche l’acqua e limone, dato la sua alta concentrazione di vitamina C. Provare per credere!

Questi spunti saranno sicuramente un ottimo punto di partenza per rendere al meglio in momenti particolari, ma ricordiamoci che la stanchezza non è qualcosa da combattere, arriva per dei motivi. Magari il bisogno di staccare gli occhi dallo schermo, o di prendere una boccata d’aria...o semplicemente bisogno di un po’ di musica in sostituzione al ticchettio ripetitivo delle dita sulla tastiera del computer. E poi si riparte.

Magari con una doccia rinfrescante e con la saponetta plastic-free 

Shop Imersa su VIVIPOSITIVO

Shopping Bag


x